Nel corso dell’ audizione con il Sottosegretario Benedetto Della Vedova, titolare della delega per gli italiani all’estero, avvenuta nel Comitato per gli italiani nel mondo della Camera, sono intervenuta per richiedere l’attenzione e l’intervento del governo su alcune questioni di forte sensibilità per i nostri connazionali.

Prima di tutto ho richiesto, come già fatto al Ministro Di Maio e con la presentazione di un emendamento all’ultimo decreto, un intervento immediato e straordinario per ripristinare l’efficienza degli uffici consolari, dai quali i connazionali non riescono ad avere risposte in tempi ragionevoli, né per gli appuntamenti né per il disbrigo delle pratiche.

Anche per le difficoltà di avere servizi elementari in tempi utili dalla rete estera, ho poi sollecitato una accelerazione della possibilità di accedere al sistema SPID in Nord America, dove i connazionali incontrano ancora molte difficoltà ad attivare la loro identificazione.

Ho sollecitato, inoltre, maggiore attenzione sulla situazione di seria crisi in cui si trovano molte associazioni italiane a causa del prolungato fermo delle loro attività, unica forma di auto-sostentamento. A questo proposito ho chiesto la costituzione di un fondo di ristoro per evitare la perdita di questi essenziali promotori di italianità El mondo.

Sono tornata, infine, sull’ormai annosa questione dell’accordo con il Québec sul reciproco riconoscimento delle patenti di guida, che dopo una serie di scambi di documenti tra le parti, speriamo si possa finalmente chiudere a seguito della risposta che dovrà dare il nostro ministero dei trasporti. Il Sottosegretario Della Vedova, a questo proposito, ha promesso il suo interessamento che si aggiunge a quello di tutti gli altri soggetti che ho finora sollecitato.